Come chiudere i debiti con accordo di saldo e stralcio


Con la crisi economica che ha devastato molti settori dell’economia, anche i soggetti dotati di una certa solidità possono trovarsi in una condizione tale che l’impresa si trovi ad affrontare reali problemi nell’onorare i propri debiti. In questo contesto l’esposizione debitoria può assumere dimensioni di fatto non più gestibili dall’impresa a cui diventa indispensabile porvi rimedio con adeguatezza e tempestività in modo, possibilmente, da salvare l’Azienda e l’onorabilità degli imprenditori che hanno investito in essa.
 
Attraverso la procedura di saldo e stralcio, l’imprenditore può proporre al creditore un accordo di natura transattiva in modo da chiudere in tempi brevi il contenzioso evitando cause e contestazioni legali lunghe e costose non solo per il debitore, ma anche per il creditore che, in questo modo, potrebbe recuperare in tempi bravi parte di quanto dovuto.
 

Accordo di saldo e stralcio: cos'è?

 L’accordo di Saldo e Stralcio è una transazione tra debitore e creditore attraverso la quale le parti interessate risolvono in via bonaria e definitiva il rientro del debito in modo da ottenere da una parte, una riduzione percentuale delle somme residue che il debitore deve corrispondere alla banca, alla società finanziaria o un privato, e dall’altra, riuscire a soddisfare le richieste del creditore che accetta di rinunciare ad eventuali procedure esecutive nei confronti del debitore.
 

Come funziona la transazione a saldo e stralcio

Proporre un accordo di transazione a saldo e stralcio, ovviamente, richiede la presentazione di una proposta credibile e pienamente attuabile. Per negoziare efficacemente una transazione a saldo è dunque indispensabile affidarsi a professionisti in grado di assistere i debitori nella gestione del rapporto con  il creditore, proponendo accordi ragionevoli e convincenti per la soluzione delle perdite finanziarie.
 

In pratica

Nel momento in cui una pratica di finanziamento si avvia in una fase di contenzioso tra l’impresa e la banca (o altra impresa creditrice) il debitore propone alla controparte l’estinzione totale del debito a fronte di un versamento parziale: la somma proposta deve essere comunque effettivamente ed immediatamente disponibile per poter procedere alla rispettiva erogazione in caso di accettazione del creditore.
Giunta la proposta al creditore, questi dovrà stabilire se accogliere o meno l’istanza di riduzione della propria pretesa creditori.

 



Desideri fare LA MOSSA GIUSTA nella tua attività?


Compila il Form di contatto o scrivi a segreteria@studioassociatomsc.com per richiedere un’analisi di bilancio, rating e rendiconto finanziario.
Prenderemo contatto con te.
L’analisi è un omaggio che ti permetterà di conoscere lo Studio Associato Michielin Sartori Corradini.
 

Scarica il PDF dell'articolo COME CHIUDERE I DEBITI CON ACCORDO DI SALDO E STRALCIO


-------------------------------------------
© Questo articolo, a firma di Attilio Sartori, è apparso per la prima volta sul Blog LA MOSSA GIUSTA.
Tutti i diritti riservati.


Seguimi